Cucina a Regola d’Arte: secondo appuntamento ad Altidona dal 20 al 22 Giugno

Il XII raduno delle sagre della polenta d’Italia quest’anno rende omaggio alla Sagra della polenta con le lumache e i frutti di mare di Altidona con un appuntamento che vede riunite in Valdaso diciotto delegazioni di polentari da tutta Italia

Dopo il successo del primo appuntamento a Campofilone, con la Sostenibile leggerezza dei Maccheroncini di Campofilone IGP lo scorso maggio, Cucina a regola d’Arte si sposta ad Altidona per promuovere uno dei piatti più tipici del nostro paese, la polenta. Da quarant’anni, nell’antico borgo di Altidona si tiene la sagra della polenta con le lumache e i frutti di mare, una tipicità del territorio che fa contenti i residenti ma anche i tanti turisti che, i primi di agosto, affollano le spiagge dell’Adriatico. Quest’anno, si svolgerà ad Altidona (Borgo Antico e Marina), dal 20 al 22 giugno, il XII raduno delle sagre della polenta d’Italia, un incontro tra polentari, in cui ognuno porta la propria specialità, la propria storia e la tecnica. Non una sfida alla polenta più buona, ma un incontro tra le tradizioni dello stivale, che vedono protagonista questo piatto semplice, antico, nutriente e gustoso. Saranno 18 le delegazioni presenti al raduno, con altrettante specialità di polenta da provare, a scelta per un viaggio virtuale in tutta Italia. Venerdì 20 la parola ai prodotti tipici della Valle nel workshop “Ecomuseo della Valle dell’Aso, un giacimento di sapori” che riunisce, oltre alla polenta, ai Maccheroncini di Campofilone IGP e alla pesca, anche il ciauscolo ed il vino cotto. Al convegno, previsto per le ore 19.00 alla Sala Joice Lussu, prenderanno parte, l’Assessore regionale Maura Malaspina, il Presidente del Gal Fermano Michela Borri, il Sindaco di Altidona Enrico Lanciotti, il Presidente della Pro loco di Altidona Andrea Violoni, Roberto Ferretti in rappresentanza dell’Associazione AgriturAso, Antonella Nonnis, Coordinatrice dell’Ecomuseo della Valdaso, i sindaci, i produttori e le associazioni del territorio.
Il progetto Cucina a regola d’Arte, realizzato da Fabbrica Cultura, con il finanziamento del GAL fermano (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale “L’Europa investe nelle zone rurali” Progetto cofinanziato nell’ambito del Piano di Sviluppo Locale del GAL Fermano Leader – Sottomisura 4.1.3.7 Promozione territoriale e certificazione d’area – Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 – Unione Europea / Regione Marche) e promosso dai Comuni dell’Ecomuseo della Valdaso, punta alla valorizzazione dei prodotti tipici della Valle con l’obiettivo ambizioso di fare del prodotto d’eccellenza un vero e proprio bene culturale, in quanto frutto della storia e della tradizione di una terra, che in esso si rispecchia e attraverso di esso si fa conoscere.
Dopo Altidona, altri due appuntamenti con il gusto e la tradizione a Petritoli, il 12 luglio con il convegno e una cena/degustazione dedicati alla “Dieta mediterranea: acqua e grano della Valdaso” e a Ortezzano, il 19 e 20 luglio, con Licenza di pèsca, appuntamento dedicato alla produzione frutticola della Valdaso, che prevede, tra le altre iniziative, una cena in piazza tutta rigorosamente a base di pesca, dall’antipasto al dolce.

Info | Fabbrica Cultura | www.youpiceno.it I www.fabbricacultura.com

Ufficio Stampa | Maria Luisa Lucchesi 328 0368578 | comunicazione@piaceremagazine.it

Manifesto alta ris-1

DEPLIANTaltidona1

DEPLIANTaltidona2

Facebooktwitterlinkedinmailby feather

Leave a Reply

*

captcha *